Chi Siamo

 

concessione D45N

La Società Nautica Duino 45° Nord è un’Associazione non riconosciuta senza finalità di lucro, è stata costituita nel 2007 ed è operativa dal 2012, anno in cui ha ottenuto la concessione demaniale marittima dalla Regione FVG. Ha la sede al Villaggio del Pescatore, quella legale al civico 66 e la base operativa sul Canale della Peschiera; dispone di 107 ormeggi realizzati con i fondi degli associati, che sono circa 140. Le imbarcazioni dei soci sono per il 60% a vela e per il restante 40% a motore. La Società Nautica Duino 45° Nord è affiliata alla FIPSAS dal 2012 e alla FIV dal 2017.


L’area su cui si svolge l’attività sociale è di particolare pregio paesaggistico-ambientale. La Società Nautica Duino 45° Nord, è infatti concessionaria di circa 12.000 mq di beni appartenenti al demanio marittimo, di cui circa 8.000 mq di specchio acqueo, e di ulteriori 23.000 mq di area verde di proprietà del Comune di Duino Aurisina, di cui circa 13.000 recintati per gli scopi statutari e gli altri a libera disposizione della collettività, tutti collocati tra il Canale della Peschiera e il corso del fiume Timavo. Le aree si trovano in un ambito territoriale ambientalmente delicato e protetto, sito tra due siti di importanza comunitaria: il fiume Timavo che riemerge, dopo un lungo percorso sotterraneo in Slovenia, a S. Giovanni di Duino e le falesie di Duino, alte scogliere di roccia bianca tra il castello di Duino e il porto di Sistiana.


La Società conta su un’attiva partecipazione alla vita sociale dei soci e dispone di solide reti di relazioni con le istituzioni, in primis Regione, Comune e CONI, e con le altre Associazioni nautiche presenti sul territorio comunale. Tra gli scopi sociali più qualificanti della Società Nautica Duino 45° Nord riveste una rilevanza centrale l’attenzione verso le persone con disabilità. L’attività della Duino 45° Nè stata da sempre orientata verso la disabilità, anche per l’interessamento di uno dei soci fondatori coinvolto personalmente ed emotivamente alla vita dei disabili, e da allora si è posta alcuni obiettivi per consentire la partecipazione allo sport del mare a chiunque.

“Lo sport per tutti” è stato già attuato nella sua prima fase consistente nella realizzazione  e fruizione di una base nautica completamente senza barriere architettoniche e nel mettere a disposizione imbarcazioni particolari, le Hansa 303.

Hansa 303 in regata

Queste particolari imbarcazioni sono appositamente concepite per essere sicure, inaffondabili, maneggevoli e utilizzabili da persone con disabilità e sono state recentemente riconosciute come Classe Paralimpica. L’obiettivo che si vuol raggiungere oggi è più sfidante e intende rovesciare il diffuso e prevalente atteggiamento culturale sulla disabilità, ponendo al centro dell’attenzione generale le capacità del disabile sportivo, il suo modo di relazionarsi con il mare, la determinazione e il coraggio per superare i propri limiti. Un esempio da ammirare e imitare per tutti.

La Duino 45° N organizza, quale attività maggiormente qualificante ancorché non esclusiva a favore dei disabili, una manifestazione dedicata esclusivamente alla disabilità denominata “TINA” che si tiene annualmente dal venerdì alla domenica della seconda settimana di settembre. La manifestazione nel tempo è cresciuta di importanza e di partecipazione e ha acquisito significative presenze di Associazioni delle persone disabili e della Consulta regionale che le rappresenta.


Nel corso dell’anno 2020 si prevede di organizzare la prima scuola vela esistente in regione con le Hansa 303 , dedicata prioritariamente alle persone con disabilità e alle loro famiglie, e una scuola di pesca dedicata prevalentemente ai bambini.

pontili e natura

 

 

 

 

La Società Nautica Duino 45° Nord ha anche altri scopi: tra gli scopi principali si prefigge, ovviamente, la diffusione
delle attività marine, degli sport nautici e le iniziative culturali legate al mare con l’obiettivo primario della messa in sicurezza dell’ambiente e delle strutture di accesso agli ormeggi per promuovere veramente lo “sport per tutti”. Qualificate è l’impegno a realizzare strutture di basso impatto ambientale e in armonia con il territorio circostante, da rendere ancora più bello e fruibile, dove potersi recare serenamente con la propria famiglia e gli amici e dove i bambini non rischino di farsi del male.